SCUOLE

Rapporto di autovalutazione

Il processo di valutazione, definito dal SNV, inizia con l'autovalutazione.
Lo strumento che accompagna e documenta questo processo è il Rapporto di autovalutazione (RAV). Il rapporto è composto da più dimensioni ed è aperto alle integrazioni delle scuole per cogliere la specificità di ogni realtà senza riduzioni o semplificazioni eccessive.
Il rapporto fornisce una rappresentazione della scuola attraverso un'analisi del suo funzionamento e costituisce inoltre la base per individuare le priorità di sviluppo verso cui orientare il piano di miglioramento.
Tutti i RAV saranno pubblicati nell'apposita sezione del portale " Scuola in chiaro" dedicata alla valutazione.

Faq - Domande Frequenti


Il RAV deve essere compilato da tutte le istituzioni scolastiche statali e paritarie. Esse hanno già compilato il Questionario scuola, grazie al quale è stato possibile mettere a disposizione delle scuole dei dati aggiornati per diversi indicatori. Per quest'anno scolastico non è prevista la compilazione del RAV da parte delle scuole dell'infanzia e dei CPIA.

Le credenziali da utilizzare per l'accesso alla piattaforma del RAV sono le stesse usate per l'accesso ad altre aree del Portale SNV e sono legate nominativamente ai Dirigenti scolastici. In caso di smarrimento del nome utente o della password è necessario usare le funzioni di "Recupero nome utente" e/o di "Reset password" presenti nella maschera di login, utilizzando come mail di riferimento quella personale istituzionale. I componenti del Nucleo interno di valutazione individuati nell'apposita sezione dal Dirigente scolastico riceveranno in posta elettronica le credenziali per l'accesso alla piattaforma.

I Coordinatori didattici delle scuole paritarie che hanno provveduto alla compilazione del RAV nello scorso anno scolastico e che per qualsiasi motivo non siano più in possesso delle credenziali, possono recuperarle usando le funzioni di "Recupero nome utente" e/o di "Reset password" presenti nella maschera di login. Nel caso in cui si fosse verificato in quest'anno scolastico il cambiamento del nominativo del Coordinatore didattico, si può inviare una mail all'indirizzo rav@istruzione.it con i dati anagrafici, l'indirizzo email e il codice fiscale del Coordinatore affinché si possa procedere alla sua abilitazione all'accesso al Portale.

Per le scuole statali i componenti possono essere individuati tra i docenti in servizio nella scuola, purché in possesso della casella di posta @istruzione. Per le scuole paritarie possono essere censiti i docenti che operano nella scuola indicando i loro dati anagrafici e l'indirizzo email.

Sì, essi possono operare in maniera paritetica andando ad aggiornare la situazione della scuola in tutte le cinque sezioni, individuando le priorità. Il Dirigente scolastico ed il Coordinatore didattico delle scuole paritarie hanno inoltre alcune funzioni aggiuntive: la possibilità di gestire la composizione del Nucleo interno di valutazione, di verificare e completare le singole sezioni e di pubblicare il RAV.

Il RAV deve essere compilato per Istituto principale: per le scuole statali, si intende la sede del Dirigente scolastico, mentre per le scuole paritarie si intende la sede individuata come istituto di riferimento. Pertanto gli Istituti comprensivi, gli Istituti omnicomprensivi e gli Istituti di istruzione superiore compileranno un unico Rapporto, recuperando la specificità dei vari plessi/scuole associate e dei propri indirizzi/cicli con l'integrazione degli indicatori RAV con indicatori autonomamente definiti e con le opportune indicazioni nelle motivazione dei giudizi assegnati per ciascuna area, ove necessario.

Per le scuole paritarie costituite da Istituti del primo e del secondo ciclo, in analogia a quanto deciso per gli Istituti omnicomprensivi delle scuole statali, è prevista la compilazione di un unico RAV; tuttavia i Coordinatori didattici che ritenessero più corretto, sulle base delle caratteristiche e peculiarità delle istituzioni scolastiche, la compilazione di due RAV diversi, potranno trasmettere tale richiesta all'indirizzo emali rav@istruzione.it comunicando i codici meccanografici degli istituti di riferimento per il primo e per il secondo ciclo.

La compilazione del RAV sarà completa quando tutte le aree delle varie sezioni risulteranno compilate nelle parti obbligatorie (punti di forza e debolezza e rubrica di valutazione dove prevista) e convalidate. La completezza della compilazione può essere verificata nel campo Stato (associato ad ogni Area). Le matite rossa, gialla e verde indicano il grado di completezza della sezione.

L'operazione di chiusura del RAV può essere portata a termine senza problemi perché il messaggio non è bloccante (anche se ci fossero delle "matite rosse") e non impedisce la corretta chiusura del Rapporto di autovalutazione.

Video Tutorial 2015/16

1.

Novità introdotte dal RAV 2015/16

2.

Introduzione alla piattaforma del rapporto di autovalutazione


3.

Accesso alla piattaforma




4.

Compilazione del rapporto di autovalutazione

5.

Chiusura del rapporto di autovalutazione

6.

Pubblicazione del RAV su Scuola in Chiaro

Video Tutorial 2014/15

1.

Introduzione alla piattaforma del rapporto di autovalutazione


2.

Accesso alla piattaforma




3.

Compilazione del rapporto di autovalutazione

4.

Chiudi il rapporto di autovalutazione

5.

Chiusura e pubblicazione del rapporto di autovalutazione

6.

Pubblicazione RAV su Scuola in Chiaro

Continua a leggere ...